Tutti mirano all’efficacia.
Noi preferiamo l’efficienza.

L'efficienza energetica e il consumo intelligente di energia sono obiettivi da raggiungere in termini relativamente brevi. Se per le aziende di grandi dimensioni, quelle cosiddette "energivore" il percorso di misurazione e miglioramento delle performance energetiche è ormai un obbligo di legge, per le piccole e medie imprese rappresenta un'opportunità da non lasciarsi scappare, pena la perdita di competitività e quote di mercato.
.

CONTROLLARE E RIDURRE I CONSUMI
Esiste un ampio ventaglio di interventi di efficienza energetica che si ripagano in tempi rapidissimi e che consentono di tagliare la spesa anche di percentuali a due cifre.

IL PROGRAMMA DELL’EFFICIENZA ENERGETICA

- Monitoraggio dei consumi, con installazione di contatori esterni certificati
- Controllo dei contratti di fornitura in essere e proposte di nuove
- Stato degli impianti e controllo dei contratti di manutenzione
- Diagnosi Energetica
- Possibilità di ridurre gli sprechi
- Possibilità di sostituire i macchinari energivori
- Possibilità di integrare la fonte rinnovabile
- Accesso agli incentivi
- Nuova Gestione degli impianti e dei consumi
- Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.).

DIAGNOSI ENERGETICA

Consente di determinare la conoscenza dei flussi energetici di un qualunque edificio o stabilimento industriale e formulare le misure di efficientamento implementabili, con relativi dimensionamenti e analisi costi-benefici.

Dal 19 luglio 2016 solo gli Esperti in gestione dell'energia (EGE) certificati potranno svolgere le diagnosi energetiche obbligatorie previste dal D. Lgs 102/2014.
Le Diagnosi obbligatorie dovranno essere effettuate da soggetti certificati da organismi accreditati ai sensi del regolamento comunitario n. 765 del 2008 o firmatari degli accordi internazionali di mutuo riconoscimento, in base alle norme UNI CEI 11352, UNI CEI 11339 o alle ulteriori norme di cui all'articolo 12, comma 3 del D.Lgs. n. 102/2014, relative agli auditor energetici.
Grazie a questo strumento i ns. assistiti/clienti saranno in grado di definire con chiarezza l’andamento dei consumi, individuando e correggendo i punti più critici del bilancio energetico annuale del sistema edificio impianto, consentendo agli stessi di effettuare ipotesi di miglioramento in uno scenario di valutazione reale dei consumi e stimando, di conseguenza, risparmi energetici e di combustibile effettivi e una valutazione dei tempi di ritorno economici dell’investimento in condizioni reali.

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA APE
<.

Dopo l’uscita dei decreti interministeriali 26 giugno 2015 sul nuovo approccio progettuale per l’efficienza e il risparmio energetico l’obbligo dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE) deve essere redatto in conformità alle prescrizioni, in tema di calcolo della prestazione energetica, contenute nella direttiva comunitaria 2010/31/UE. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato tre decreti datati 26 giugno 2015 coi quali è stato completato il quadro normativo in materia di efficienza energetica degli edifici: il primo decreto definisce le nuove modalità di calcolo della prestazione energetica e i nuovi requisiti minimi di efficienza per i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazione; il secondo decreto adegua gli schemi di relazione tecnica di progetto, in funzione delle diverse tipologie di opere; il terzo decreto aggiorna le linee guida per la certificazione della prestazione energetica degli edifici.
<.
'Attestato di Prestazione Energetica, che ha sostituito, a far data dal 6 giugno 2013, il precedente attestato di certificazione energetica , e la cui disciplina è stata introdotta a seguito delle modifiche al d.lgs. 192/2005 apportate dal D.L. 63/2013;detto attestato è chiamato a svolgere il ruolo di strumento di "informazione" del proprietario, dell’acquirente (anche a titolo gratuito) e/o del locatario (art. 6 commi 1, 2, 3, 8) circa la prestazione energetica ed il grado di efficienza energetica degli edifici. Oltre a fornire all’utente raccomandazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica, con le proposte degli interventi più significativi ed economicamente più convenienti, l’attestato di prestazione energetica deve, inoltre, contenere tutti i dati che consentano ai “ai cittadini di valutare e confrontare edifici diversi”e quindi di poter scegliere l’edificio da acquistare o da locare in base alla prestazione energetica.
<.
A differenza di quanto avveniva con Attestato di Certificazione Energetica l’attestato di prestazione energetica deve essere rilasciato da " esperti qualificati e indipendenti" o da "organismi" dei quali dovranno comunque essere garantiti "la qualificazione e l'indipendenza". l Notariato ricorda che la norma attualmente in vigore prescrive che “in tutti i casi, il proprietario deve rendere disponibile l’attestato di prestazione energetica al potenziale acquirente o al nuovo locatario all’avvio delle rispettive trattative e consegnarlo alla fine delle medesime“.
<.

barra

+